Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

L'alternanza scuola-lavoro rappresenta ormai una realtà per la maggior parte degli studenti italiani. Nello spirito della normativa di riferimento (Legge 107/2015), l’alternanza rappresenta una metodologia didattica che unisce sapere e saper fare per lo sviluppo delle competenze fondamentali utili ad affrontare un mondo in continuo cambiamento. Se, però, il valore formativo dell’alternanza è chiaro, altrettanto fondamentale è la sua valenza orientativa, per favorire le scelte professionali di ogni studente.

Il percorso in alternanza scuola-lavoro rappresenta infatti un'esperienza cruciale per ogni singolo studente per conoscere meglio i contesti di lavoro e verificare le proprie motivazioni e aspirazioni professionali. Ma con quali metodologie e strumenti la scuola gestisce e promuove la valenza orientativa delle esperienze in alternanza? Esiste l'esigenza di offrire agli studenti strumenti didattici utili per riflettere su propri processi di apprendimento e di orientamento, proprio al fine di valorizzare le esperienze di alternanza all'interno del progetto di sviluppo professionale di ogni studente.

In questo ambito, le tecnologie digitali offrono già alcuni strumenti molto utili: a cominciare dall'e-portfolio, che, come vedremo, è stato sperimentato nell'ambito dell'orientamento per l'alternanza scuola-lavoro dall'Università di Camerino.

Pubblicato in Esperienze

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.