Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

NEWS

Pubblicato in News

La dispersione scolastica, nonostante la diminuzione degli ultimi anni, è un fenomeno che interessa il 13,8% degli studenti italiani e costituisce ancora un grave problema per il nostro Paese.

Su questo tema, è appena uscito sulla rivista RicercAzione l'articolo “Per una strategia globale e integrata contro la dispersione scolastica”, firmato da Speranzina Ferraro e Gabriella Burba. L'esigenza di una strategia nazionale per prevenire la dispersione scolastica è da troppo tempo una priorità per il nostro Paese. L’articolo presenta una riflessione sulla complessità della dispersione scolastica nel contesto italiano e offre un piano di possibili misure strategiche integrate per far fronte al fenomeno. Tra queste misure, le autrici sottolineano il ruolo fondamentale dell’orientamento.

Pubblicato in News

Quale sarà il futuro dei servizi di orientamento? Quali bisogni di orientamento esprimono gli studenti? Che tipo di risposte può offrire la scuola? Con quali strumenti? Questi sono stati i temi principali della conferenza internazionale “Building My Future. New Perspectives on Career Guidance in Europe” organizzata dall'Università di Malta, nell'ambito del progetto europeo MyFuture, promosso dall'Università di Camerino e dalla Regione Marche.

Focus principale della conferenza è stato il confronto sul tema della qualità nei servizi di orientamento all'interno delle scuole e sui modelli di collaborazione a livello territoriale. I primi risultati del progetto sono una ricerca internazionale elaborata dall'Università di Derby nel Regno Unito, che ha evidenziato le principali criticità ed i bisogni emergenti di orientamento nei sistemi educativi, e la proposta di un framework di qualità per l'orientamento nella scuola, coordinata dal professor Ronald Sultana dell'Università di Malta. Questi due importanti documenti saranno la base teorica e metodologica di riferimento per una serie di azioni sperimentali che saranno attivate nelle prossime settimana nei Paesi coinvolti (Italia, Malta, Regno Unito, Romania, Danimarca).

Per le scuole e per gli enti che erogano servizi di orientamento il progetto MyFuture rappresenta una grande opportunità per ripensare e qualificare i propri servizi. Ecco come aderire alle azioni sperimentali e accedere ai principali documenti del progetto.

 

Pubblicato in News

La cultura imprenditoriale è una delle priorità della Commissione Europea che attraverso il PIANO D'AZIONE IMPRENDITORIALITÀ 2020 ha sottolineato l'esigenza di inserire l'apprendimento dell'imprenditorialità in tutti i settori dell'istruzione. L'imprenditorialità si compone di un set di competenze che possono essere apprese e l'obiettivo principale della Commissione Europea è quello di sostenere l'istruzione imprenditoriale, valorizzando la sua importanza a tutti i livelli, dalla scuola primaria all'università e oltre.
I giovani traggono vantaggio dai percorsi di imprenditorialità, a prescindere dal fatto che diventino o meno imprenditori, perché queste attività educative permette loro di sviluppare importanti competenze trasversali, utili anche nella ricerca del lavoro e nel proprio percorso di orientamento professionale.
Quanto è presente negli studenti la dimensione dell'imprenditorialità? Quali azioni di orientamento può realizzare la scuola per promuovere questo tipo di competenze fin dalla scuola primaria?

In questi giorni si è concluso il progetto internazionale GEM che ha sperimentato innovativi strumenti didattici per promuovere l'educazione all'imprenditorialità e l'orientamento a partire dalla scuola primaria. 

Pubblicato in News

Avvicinare il mondo della scuola e della formazione a quello del lavoro: è questo l'obiettivo del progetto “Scuola al Centro” lanciato dalla Regione Toscana per garantire agli studenti l’orientamento più utile per comprendere i contesti professionali, le diverse opportunità occupazioni e i percorsi di qualificazione. 

Il progetto si inserisce nell’ambito del piano di rafforzamento dei Centri per l’Impiego (CPI), avviato a partire dal 2016, dopo l’assunzione delle funzioni da parte della Regione Toscana. Il nuovo sistema regionale dei Centri per l'Impiego ha infatti anche il compito di orientare i giovani nelle scelte professionali, offrendo sia informazioni sul mondo del lavoro, sui profili più richiesti, sulle qualifiche necessarie per svolgere una professione, sia servizi di consulenza per aiutare ogni singolo studente a scoprire le proprie propensioni,caratteristiche e  e si rivolge agli studenti delle ultime classi delle scuole secondarie di secondo grado.

Vediamo in dettaglio cosa prevede il progetto.

Pagina 1 di 15

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.