Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 
Scritto da  Sabato, 23 Novembre 2019 08:17

Scuola: iscrizioni on line dal 7 al 31 gennaio 2020! Come orientarsi e come prepararsi alla scelta? In evidenza

Il Ministero dell'Istruzione ha ufficialmente indicato le date e le modalità per l'iscrizione scolastica: dal 7 al 31 gennaio 2020 sarà necessario fare la registrazione on line e effettuare quindi la scelta della futura scuola di ogni studente sul portale Scuole in Chiaro.

Per gli studenti delle ultime classi del primo ciclo, questo è il primo grande momento di scelta del proprio futuro. I percorsi di studio e di formazione del secondo ciclo sono infatti molto diversi e fortemente caratterizzati da discipline, contesti e ambienti che preparano gli studenti a specifiche opzioni di carriera e la gamma delle possibilità è molto ampia. Per questo è importante prepararsi bene a questa scelta, dedicare un tempo adeguato e avere a disposizione i migliori strumenti di scelta e di approfondimento delle informazioni necessarie a valutare i percorsi più adatti e compatibili con le caratteristiche, le motivazioni e le potenzialità di ogni studente.

Ma quali sono gli aspetti da tenere in considerazione? Esistono strumenti di orientamento che possono aiutare gli studenti e le famiglie? Che ruolo possono svolgere gli insegnanti?

In un momento storico come questo, caratterizzato da grandi cambiamenti tecnologici e trasformazioni sociali ed economiche, l'orientamento agli studenti e alle famiglie è un servizio fondamentale. Si tratta infatti di una grande sfida istituzionale per poter garantire aiuto e supporto professionale a tutti gli studenti che deve prendere decisioni rilevanti sul proprio futuro e ai genitori che devono accompagnarli in questa scelta.

L'iscrizione alla scuola secondaria di seconto grado, tra Licei, Istituti Tecnici, Istituti Professionali e altri percorsi di Formazione Professionale, è infatti un primo passo fondamentale che già determina una scelta di campo, di settore e anche di livello della futura carriera professionale. La nuova circolare del MIUR ha definito i tempi e le modalità dell'iscrizione, ma per molte famiglie e studenti la scelta è tutt'altro che chiara e definita.

Le indagini infatti confermano come durante la scuola secondaria di primo grado, gli studenti guardano al futuro con incertezza: due su tre hanno paura di non trovare lavoro e altrettanti pensano che si troveranno a studiare o lavorare all’estero. Sappiamo inoltre che una scelta sbagliata, a questo punto del percorso di studio, aumenta significativamente i rischi insuccesso e di abbandono scolastico, che raggiungono i livelli più alti proprio durante il primo anno della scuola secondaria di secondo grado.

A pochi giorni dall'apertura delle iscrizioni, cresce quindi il bisogno di consulenza di orientamento, oltre all’esigenza di avere a disposizione informazioni puntuali sia sui percorsi di studio disponibili, ma anche sulle professioni e sui settori economici che possono meglio incontrare gli interessi e le motivazioni degli studenti. Inoltre, molti studenti esprimono anche la difficoltà, in questa fase, ad esprimere e definire le proprie aspirazioni e potenzialità professionali. La fatidica domanda "cosa farò da grande" oggi è un dilemma molto più complesso che in passato, proprio perchè la gamma delle possibilità è molto ampia e in continuo cambiamento. Che fare dunque per supportare la scelta della scuola? E come migliorare l'efficacia e la qualità delle attività di orientamento proposte dalle scuole a livello locale?

Uno degli strumenti messi a disposizione dal Ministero è il portale Scuola in Chiaro: https://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/.Questa applicazione mette a disposizione tutte le informazioni disponibili relative alle scuole italiane di ogni ordine e grado, permette ricerche mirate per tipologia e per area geografica, e consente di consultare il rapporto di autovalutazione di ciascun istituto, con informazioni preziose per la scelta della scuola (gli esiti degli studenti, la loro prosecuzione negli studi o nel mondo del lavoro, elementi sull'organizzazione del curricolo, l'organizzazione oraria, ecc.).

Un’altra azione utile per la scelta della scuola è la consultazione, da parte delle famiglie e degli studenti, del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF), il documento che ogni scuola è tenuta a rendere pubblico e che descrive il progetto didattico complessivo della scuola, i servizi e le iniziative dedicate agli studenti che la scuola propone nell’ambito della propria autonomia.

Per quanto riguarda l’orientamento, ogni scuola è tenuta a garantire nel PTOF adeguati servizi e risorse per l’orientamento degli studenti. In questo ambito, le Linee Guida del MIUR offrono un punto di riferimento metodologico e operativo importante per le scuole di tutta la Penisola. In particolare, nel documento emerge come l’orientamento debba aiutare lo studente a scoprire le proprie potenzialità anche professionali, esplorando tutte le possibilità di studio e di formazione. Spesso infatti si tende a tenere molto in considerazione i risultati che lo studente consegue nelle discipline più rilevanti, mentre poco sa la scuola su tutto ciò che lo studende fa nel tempo libero: informazioni che invece sono molto importanti per l'orientamento e l'individuazione di potenziali percorsi di sviluppo professionale.

La funzione di orientamento che la scuola è chiamata a svolgere è molto importante, anche nell'ottica di garantire e promuovere la mobilità sociale di tutti gli studenti. La scuola svolge la funzione fondamentale di tutelare e valorizzare i talenti di ogni studente, accompagnando e aiutando tutti gli studenti, in modo personalizzato, nella costruzione di un proprio progetto individuale di studio, di lavoro e di vita. Non si tratta quindi di organizzare singoli momenti di orientamento e di informazione per le classi, ma di garantire ad ogni studente un percorso strutturato di riflessione, esplorazione e valutazione delle diverse alternative, di elaborazione di progetti e piani futuri che siano in grado di incontrare le soggettive motivazioni personali e valorizzare le caratteristiche individuali di ogni singolo studente.

In molte scuole viene già utilizzato il software SORPRENDO per l'orientamento, proprio per aiutare gli studenti e le loro famiglie ad avere una panoramica chiara delle future professioni e dei percorsi formativi di accesso. Il software permette di personalizzare le attività in base alle esigenze e alle caratteristiche di ogni studente e stimola la riflessione e l'esplorazione di tutte le possibili alternative.

Su questi temi, per tutti i docenti che sono coinvolti nelle attività di orientamento, il prossimo martedì 26 novembre 2019 alle ore 15 è in programma Web Seminar gratuito sul tema “Orientamento nei percorsi di scuola secondaria di primo grado: SORPRENDO per la scuola”. Il seminario è accessibile on line e presenterà percorsi di orientamento e risorse per le scuole che vogliono qualificare le proprie attività di orientamento rivolte ai propri studenti e alle famiglie. Per maggiori informazioni e iscrizioni collegarsi alla pagina http://www.sorprendo.it/supporto/webseminar.

Letto 519 volte

Social

share on facebook share on linkedin share on youtube share on twitter

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.