Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

Uno degli elementi cruciali per il buon funzionamento del Reddito di Cittadinanza sarà sicuramente la capacità dei Centri per l’Impiego di offrire servizi in grado di “riattivare” le persone che beneficiano del sussidio, attraverso i servizi di orientamento specialistico come la consulenza di orientamento e il percorso di “bilancio delle competenze”.

Il programma del Reddito di Cittadinanza prevede infatti che i beneficiari si rivolgano ai Centri per l’Impiego per la stipula del “Patto per il Lavoro”, un accordo formale tra la persona ed il servizio pubblico, che impegna entrambi in un programma di attività con l’obiettivo di inserire la persona nel mondo del lavoro. Per molte persone ovviamente ci sarà prima di tutto da definire "quale lavoro" sono in grado di fare (e sono motivate a svolgere): ma attraverso quali tipologie di consulenza i Centri per l'Impiego possono aiutare le persone a rispondere a questa domanda cruciale?

Vediamo quindi cosa sono i servizi di orientamento e quali sono le finalità e gli strumenti di queste attività di consulenza così importanti per chi cerca lavoro.

Pubblicato in News

Il 2018 si annuncia un anno di forte cambiamento per i servizi per il lavoro, chiamati a garantire su tutto il territorio nazionale l'erogazione di servizi cruciali per l'attuazione di nuove misure di politica attiva per il lavoro e per l'inclusione, ad iniziare dal Reddito di Inclusione (REI) che inizia in queste settimana a raggiungere i primi beneficiari.

Attraverso i provvedimenti approvati nella Conferenza Unificata Stato Regioni del 21 dicembre 2017, i sistemi regionali dei Centri per l'Impiego si rafforzeranno e si doteranno degli strumenti necessari per sostenere un’offerta di servizi in grado di garantire a tutti i cittadini qualificati servizi e strumenti di orientamento e innovativi servizi di supporto alle imprese.

La sfida è cruciale per il nostro Paese che ha un mercato del lavoro tradizionalmente poco dinamico. I Centri per l'Impiego dovranno infatti dimostrare di essere in grado di rispondere alle esigenze di chiunque sia alla ricerca di una nuova opportunità professionale, ma al tempo stesso di stimolare e di accompagnare le imprese in un mercato del lavoro che sempre più richiede competenze diverse dal passato, sviluppando una domanda di professionalità in continua evoluzione.

Vediamo insieme quali sono gli aspetti determinanti di questo epocale cambiamento.

Pubblicato in News

Nel nuovo numero di Workmagazine è stata pubblicata l'analisi a cura di Francesca Giovani, Direttore Lavoro Regione Toscana, del modello adottato a livello regionale nella gestione dei servizi per il lavoro e politiche attive del lavoro. Un modello di forte governance pubblica che integra però un sostanziale rapporto tra pubblico e privato per qualificare i servizi e creare un maggior collegamento con il mondo produttivo.

Pubblicato in News

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.