Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

NEWS

Pubblicato in News

Pochi iscritti, tanti dispersi, pochi laureati in materie scientifiche. Questa la fotografia del mondo universitario italiano che emerge dagli ultimi report nazionali e internazionali. L’Italia registra appena il 26% di laureati tra i 25 e i 34 anni (contro il 40% in Europa) e un tasso di dispersione universitaria che raggiunge il 40% degli studenti iscritti con costi sociali ed economici enormi per il nostro Paese.

La necessità di un maggiore impegno degli atenei a sostenere i giovani diplomati nelle scelte universitarie e nella gestione dei primi anni di studio è chiara e confermata anche dalle iniziative del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca che finanzia i nuovi Piani di Orientamento e Tutorato (POT).

Vediamo insieme le attività definite dalle linee guida del MIUR e le loro possibili applicazioni.

Pubblicato in News

Come cambierà il mondo del lavoro nel prossimo futuro? Assisteremo alla nascita di nuove professioni? Spariranno o evolveranno le attività più tradizionali? Quali saranno le competenze da acquisire?

Sono queste le domande più diffuse attorno alle quali si alternano previsioni disastrose e scenari più ottimisti. Il cambiamento che sta subendo il mondo del lavoro resta tra i temi più dibattuti non solo per chi è in cerca di un impiego, ma anche per chi si occupa di orientamento.
Immaginare come sarà il mondo del lavoro in un futuro relativamente prossimo è difficile proprio per la velocità delle trasformazioni in atto.
Ecco alcuni trend che stanno emergendo.

Pubblicato in News

L'iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado rappresenta un momento molto delicato per ogni studente e per le famiglie. È difficile infatti, per molti adolescenti che stanno appena iniziando a pensare al proprio futuro, dover prendere una decisione che inciderà sicuramente sulla propria vita. Questo vale anche per i genitori che spesso sono confusi e non sanno come aiutare i propri figli in questa scelta così importante.

Se alcuni studenti arrivano a questa scadenza con le idee molto chiare, molti altri invece affrontano la scelta senza conoscere bene le tipologie di scuole e gli indirizzi che esistono e senza avere ben chiaro tanto meno quali elementi prendere in considerazione per gestire al meglio questa decisione.

I tempi per l'iscrizione sono molto stretti: dal 7 al 31 gennaio 2019 vanno fatte le iscrizioni on line alle scuole statali, alle scuole paritarie e anche ai corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali delle Regioni che hanno aderito alla procedura: Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Vediamo quindi quali possono essere i suggerimenti e gli strumenti utili per affrontare questa scelta.

Pubblicato in News
Mercoledì, 19 Dicembre 2018 09:42

Buon 2019... Sarà l'anno dell'orientamento?

Scritto da

Nell'anno che sta per chiudersi, il tema dell'orientamento è stato spesso al centro del dibattito pubblico e di importanti iniziative istituzionali. L'orientamento è infatti la funzione chiave delle politiche attive del lavoro e quindi anche del nuovo reddito di cittadinanza che dovrebbe "riattivare e riorientare" una fetta consistente della popolazione. Anche il Ministero del Lavoro sembra aver finalmente consapevolezza che l'efficacia dei Centri per l'Impiego è strettamente legata proprio alla capacità di fornire alle persone una qualificata consulenza di orientamento e personalizzare quindi le politiche "attive" per avvicinare gli utenti dei servizi a coerenti percorsi di formazione e a opportunità di lavoro e tirocinio compatibili con le proprie caratteristiche.

Anche nel mondo della scuola (in particolare con i PON) e nell'alta formazione (Università e ITS) l'importanza strategica dell'orientamento è emersa per contrastare fenomeni sempre più preoccupanti, quali la dispersione e il disimpegno dalla formazione e dalla ricerca di lavoro (i cosidetti NEET). Sul tema dell'orientamento si stanno muovendo anche le Regioni, coordinate dalla Toscana, con iniziative ed eventi, ma anche con la produzione di linee guide, standard di qualità e documenti tecnici condivisi in sede di Conferenza Unificata. Senza sistemi locali di orientamento efficaci, il rischio che iniziative e investimenti nel campo della formazione, dell'inclusione e dell'occupazione non riescano a intercettare i bisogni delle persone è molto alto.

Pagina 4 di 24

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.