Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

NEWS

Pubblicato in News

L'Università di Pavia apre le iscrizioni al Master Interuniversitario di II livello per trovare lavoro nel campo dell'orientamento scolastico, accademico e professionale. Vi piacerebbe lavorare a contatto con i giovani e aiutarli ad orientarsi nel loro percorso di studi o di lavoro? Aiutare le persone che hanno perso il lavoro a recuperare la fiducia in se stessi e l'entusiasmo per un nuovo impiego? Se la risposta a queste domande è 'sì', potreste valutare di iscrivervi al Master Universitario di II livello in Professionista dell'orientamento, organizzato dall'Università degli Studi di Pavia - Dipartimento di Scienze del Sistema nervoso e del comportamento - Sezione Psicologia, in collaborazione con l'Università Cattolica di Milano e l'Università di Cagliari.

Pubblicato in News

Una recente indagine intitolata „Ghost” ha esplorato le radici del fenomeno dei NEET (i giovani che non studiano e non lavorano) individuando una chiara correlazione tra questo fenomeno e la dispersione scolastica: 1 ragazzo su quattro, tra quelli considerati NEET, infatti, ha alle spalle un percorso scolastico legato all’abbandono scolastico. L’Italia (con il 17% di abbandono nel 2013, con un picco del 20,2 tra i ragazzi e 13,7 tra le ragazze) è in fondo alla classifica europea rispetto ai tassi di dispersione, ben lontana da Paesi dove l’orientamento a scuola e la Career Education sono azioni da tempo consolidati (in Germania 9,5%, in Francia 8,5%). Il divario con l’Europa aumenta se guardiamo ai dati regionali, con Sardegna al 24,3 , Campania al 22,2% e Puglia al 19,9%.

L’indagine in particolare sottolinea come nelle testimonianze raccolte sia quasi del tutto assente l’esperienza dell’orientamento, sia nel passaggio verso le scuole secondarie, sia verso percorsi successivi.

Pubblicato in News

Per “sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (L. 107/15, comma 121) è già stato erogato il primo contributo annuo di 500 euro a tutti i docenti assunti a tempo indeterminato (sia a tempo pieno che part-time). Lo riceveranno comunque anche i neoassunti che prenderanno servizio ad anno scolastico iniziato. Per quest’anno l’importo è stato erogato in busta paga ma dal 2016 sarà accreditato sulla ‘Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado’.

Come previsto dalla legge n. 107/15 è stato emanato il DPCM 23 settembre 2015 contenente criteri e modalità di assegnazione e di utilizzo della Carta del docente e relativo importo e la Nota Miur prot. 15219/15 ottobre 2015 per le ‘indicazioni operative’.

Pubblicato in News

Esce in questi giorni il nuovo numero di Workmagazine con un editoriale di Maurizio Sorcioni che analizza i dati sul lavoro dei giovani italiani, che mostrano come il fenomeno della frammentazione del mercato del lavoro sia il dato prevalente, anche più della disoccupazione giovanile.

Pagina 21 di 22

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.