Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

L'iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado rappresenta un momento molto delicato per ogni studente e per le famiglie. È difficile infatti, per molti adolescenti che stanno appena iniziando a pensare al proprio futuro, dover prendere una decisione che inciderà sicuramente sulla propria vita. Questo vale anche per i genitori che spesso sono confusi e non sanno come aiutare i propri figli in questa scelta così importante.

Se alcuni studenti arrivano a questa scadenza con le idee molto chiare, molti altri invece affrontano la scelta senza conoscere bene le tipologie di scuole e gli indirizzi che esistono e senza avere ben chiaro tanto meno quali elementi prendere in considerazione per gestire al meglio questa decisione.

I tempi per l'iscrizione sono molto stretti: dal 7 al 31 gennaio 2019 vanno fatte le iscrizioni on line alle scuole statali, alle scuole paritarie e anche ai corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali delle Regioni che hanno aderito alla procedura: Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Vediamo quindi quali possono essere i suggerimenti e gli strumenti utili per affrontare questa scelta.

Pubblicato in News

Anche quest’anno la scelta delle scuole secondarie di secondo grado non è stata facile e tanti studenti insieme alle loro famiglie hanno affrontato questo delicato passaggio della vita, tentando di individuare bene il primo importante tassello su cui costruire il proprio percorso di sviluppo di una carriera formativa e professionale. I primi dati sulle iscrizioni scolastiche del 2018 indicano che la maggior parte (55,3%) degli studenti ha scelto i Licei, mentre un terzo circa (30,7%) ha deciso di iscriversi ad un Istituto Tecnico. Solo il 14% invece ha optato per un Istituto Professionale. 

Tante sono, come sempre, le variabili in gioco e, sul piatto della bilancia, pesano anche aspetti personali e sociali, quali la storia familiare, i contesti di appartenenza, interessi e abilità personali, le relazioni amicali e le caratteristiche dell'offerta scolastica territoriale. Sembra tuttavia che ancora rimanga molto sfumata la relazione tra la scelta effettuata e la consapevolezza degli studenti rispetto all'esito di tale scelta, ovvero la meta molto diversa in termini di conoscenze e competenze e di percorsi di carriera formativa e professionale che ogni scuola propone (che in realtà è già molto evidente).

Ma proviamo a riflettere meglio su questi numeri.

Pubblicato in News

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.