Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 

L'orientamento è un'azione strategica che deve essere progettata e strutturata per assicurare le "competenze delle studentesse e degli studenti necessarie a sostenere i processi di scelta consapevole dei percorsi formativi e di vita": questo è l'obiettivo dell'Avviso MIUR pubblicato nell’ambito del Pon Scuola 2014-2020 che permetterà alle scuole di finanziare progetti di orientamento rivolti a studenti delle secondarie di primo e secondo grado.
Le proposte, da presentare entro il 18 maggio 2017, dovranno prevedere l'utilizzo di approcci e strumenti innovativi nell'ambito dell'orientamento e ri-orientamento e lo sviluppo delle relazioni con il territorio. Ecco alcune idee e proposte per facilitare la progettazione da parte delle scuole.

Pubblicato in News

E' necessario rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro per favorire il miglioramento delle competenze dei giovani. A ribadirlo questa volta è l'Ocse, nel rapporto economico sull'Italia 2017, presentato a Roma presso la sede del MIUR il 15 febbraio u.s. dal Segretario Generale dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) Angel Gurria. I cardini principali devono essere le politiche attive del lavoro, il consolidamento della collaborazione tra scuola e mondo del lavoro, il rafforzamento e la qualificazione del sistema di formazione professionale anche post-secondario.

Pubblicato in News

Il MIUR ha lanciato un piano di investimenti finanziato attraverso i fondi del PON per la Scuola (Programma Operativo Nazionale) per rendere "la scuola più aperta, inclusiva, innovativa" attraverso un avviso quadro, basato su 10 azioni, che nei prossimi mesi vedrà il lancio dei relativi avvisi per le scuole.

Tra le diverse azioni, una è dedicata all'orientamento e prevede la possibilità di sostenere interventi rivolti alle studentesse e agli studenti dell’ultimo anno delle Scuole Secondarie di Primo Grado e degli ultimi tre anni delle Scuole Secondarie di Secondo Grado. Gli interventi devono agire sulle diverse dimensioni dell’orientamento, inclusa quella informativa, formativa e sperimentale e sviluppare competenze a sostegno della scelta.

 

Pubblicato in News

Molte Scuole Secondarie di Primo Grado e Istituti Comprensivi (le Scuole Medie) utilizzano SORPRENDO nei percorsi di orientamento con risultati molto positivi. Le attività realizzate, in molte scuole, hanno come fulcro centrale la creazione di momenti di condivisione e di spunti di riflessione utili agli studenti non solo per esplorare il mondo delle professioni, ma anche per raggiungere una maggiore conoscenza di sé e acquisire gli elementi principali per effettuare una scelta scolastica consapevole.
Le attività di orientamento già realizzate dagli insegnanti con SORPRENDO sono molteplici e molto interessanti: per questo motivo, vorremmo condividere con voi lettori alcune delle tante esperienze per potervi offrire nuove idee e suggerimenti sulle diverse modalità di utilizzo di questo innovativo strumento di orientamento alle professioni.
Scopriamo come è stato utilizzato lo strumento all’interno dell’Istituto Comprensivo Legnago (Verona), intervistando la professoressa Alessandra Ferracin.

Pubblicato in Esperienze

L'industria italiana del tessile-moda rappresenta un settore tradizionale del Made in Italy che sta cercando nuove vie per ricominciare a crescere anche attraverso l'innovazione e l'investimento su nuovi modelli di produzione e di commercializzazione. Questi cambiamenti determinano anche l'evoluzione delle professioni tessili e nuove opportunità per chi è interessato a costruirsi un futuro in questo settore. 

Pubblicato in Professioni

La dispersione scolastica è uno dei temi cruciali per il futuro del nostro Paese, ma rappresenta un fenomeno tanto grave quanto complesso da affrontare e prevenire. La Regione Toscana e l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) promuovono una giornata di studio intitolata: “CON LORO: da situazione di disagio a opportunità di progettare INSIEME”.  L'evento si terrà il prossimo 2 marzo 2017 presso l'Auditorium Sant'Apollonia a Firenze. L’obiettivo è quello di fare il punto su quanto è già stato realizzato in tema di dispersione scolastica e soprattutto di condividere buone pratiche e modelli che permettano, non soltanto di prevenire e combattere il fenomeno, ma di monitorarne gli esiti.

Pubblicato in Eventi

Il COSPES ha promosso la giornata di studio “Orientamento: costruire un progetto di vita nell'alternanza scuola-lavoro” che avrà luogo venerdì 31 Marzo dalle ore 10.00 alle ore 16.30 presso la sede della Scuola CNOS, in via Marsala, 42, a Roma.

Pubblicato in Eventi

Le iscrizioni on line scadono il 6 febbraio 2017 alle ore 20: per gli studenti delle secondarie di primo ciclo e le rispettive famiglie si tratta di una scelta importante che avrà risvolti significativi, anche di tipo professionale. Scegliere tra i percorsi previsti per il secondo ciclo, tra licei, istituti tecnici, istituti professionali e IEFP (la formazione professionale regionale) rappresenta infatti una prima svolta importante nella futura carriera di ogni persona. Alcuni percorsi di studio che gli studenti possono scegliere ora hanno già una forte vocazione professionale e presuppongono quindi che ci sia, da parte degli studenti, una chiara idea sul tipo di lavoro che vorranno svolgere in futuro.

Per questo motivo l’orientamento è fondamentale in questa fase.

Pubblicato in News

Gli interventi di orientamento pre-universitario e di tutorato universitario saranno finanziati stabilmente alle Università e alle Istutuzioni AFAM attraverso un incremento di 5 milioni di euro del Fondo di finanziamento ordinario delle università statali (FFO). Questa misura è stata introdotta nella Legge di Bilancio 2017, approvata definitivamente dalle due Camere ed ora in attesa di pubblicazione, allo scopo di facilitare l’accesso dei giovani agli studi accademici e contrastare la dispersione universitaria.

Ma cosa prevede in dettaglio questo importante provvedimento?

Pubblicato in News

Il settore farmaceutico è uno dei pochi settori che, in Italia, ha risentito solo marginalmente della crisi economica e che anzi, in termini di occupazione, ha registrato un trend positivo. Il pre-consuntivo del 2016 a cura di Farmindustria parla di una produzione che supera i 30 miliardi, con una crescita, a ottobre, rispetto al 2015, del 5,3% e una media del +2,3% in dieci mesi, con ordini ancora in crescita nell'ultimo bimestre dell'anno per il solido incremento delle vendite all'estero. A fare da traino è l'export, che tocca quota 21,3 miliardi. Questi dati sono da leggere anche alla luce dell'importante investimento che questo settore dedica all'innovazione e alla ricerca (è il settore che investe di più in questo ultimo ambito) e che gli garantisce un alto livello di competitività sul mercato.

Secondo il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, intervistato da IlSole24ore, la farmaceutica in Italia "è decisamente in salute. Abbiamo la possibilità concreta di diventare un hub europeo. Gli investimenti in R&S, d'altra parte, sono cresciuti in breve tempo del 16% e l'attuale quota di mercato è del 19%, sempre in aumento".

A livello occupazionale, il settore ha raggiunto quota 64.000 (indotto escluso) con un +1% nel 2016 e le professioni più richieste del settore si sono nel tempo diversificate e adattate al nuovo contesto economico: si parla di responsabile del servizio di farmacovigilanza; product manager farmaceutico; clinical research associate; responsabile affari regolatori; market access specialist; quality control analyst. In tutti questi profili il comune denominatore è una formazione di alto livello in ambito tecnico scientifico, ottima conoscenza dell'inglese e dell'informatica.

Pubblicato in Professioni
Pagina 7 di 12

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.