S.OR.PRENDO

Orientare alle professioni

Facebook   Google+   Skype   Twitter   YouTube

Continua

USA SORPRENDO

Supporto

Webinar

Scegli il tuo futuro


S.OR.PRENDO è un software online che permette di conoscere meglio le caratteristiche delle professioni, dei relativi percorsi formativi e soprattutto di accompagnare la persona in questo percorso, tenendo conto delle sue aspirazioni e preferenze.

Per guardare altri video di S.OR.PRENDO, clicca qui

Scegli il tuo futuro


S.OR.PRENDO è un software online che permette di conoscere meglio le caratteristiche delle professioni, dei relativi percorsi formativi e soprattutto di accompagnare la persona in questo percorso, tenendo conto delle sue aspirazioni e preferenze.

Per guardare altri video di S.OR.PRENDO, clicca qui

Scopri S.OR.PRENDO

Cosa

S.OR.PRENDO è una banca dati sulle professioni, con schede dettagliate su 438 profili professionali. Un software per l’orientamento, che abbina gli aspetti caratteristici di singoli profili professionali con gli interessi di ogni utente.

Per chi

Nella scuola per promuovere la conoscenza delle professioni. Nei Servizi per il lavoro per la consulenza di orientamento. Nei centri di formazione e orientamento per fornire informazioni dettagliate e aggiornate sulle professioni.

Perchè

Ampliare le proprie conoscenze sul mondo del lavoro e delle professioni. Individuare in tempo reale una lista di profili coerenti con i propri interessi. Riflettere sulle proprie aspettative rispetto alla futura professione. Costruire percorsi di carriera, a partire da una lista di professioni.

Contatta il nostro staff

  • Demo S.OR.PRENDO

    Richiedi una copia gratuita del software (versione DEMO).

  • Ordina S.OR.PRENDO

    Acquista la licenza completa di S.OR.PRENDO, il software on line per l’orientamento professionale. Scegli la versione più adatta alle tue esigenze.

  • Richiedi informazioni

    Scrivi al nostro staff per avere informazioni su S.OR.PRENDO.

S.OR.PRENDO in Italia

  • Open Summit Orientamento 2016 a Camerino: c'è tempo fino all'8 luglio per presentare idee, proposte e contributi. Open Summit Orientamento 2016 a Camerino: c'è tempo fino all'8 luglio per presentare idee, proposte e contributi.

    Orientamento: a che punto siamo in Italia?

    I dati purtroppo ci confermano che le nuove generazioni (ma non solo) vivono un momento di grande disorientamento e sbagliare le proprie scelte formative o professionali è un lusso che nessuno può più permettersi. La recente riforma delle politiche per il lavoro considera strategico l'orientamento, ma i servizi saranno per lo più indirizzati a chi il lavoro lo ha perso. La scuola invece dovrebbe orientare attraverso l'organizzazione di percorsi in alternanza: ma con quali strumenti e sulla base di quali modelli?

    Per rispondere a queste domande l'Università di Camerino promuove il primo Open Summit nazionale sull'Orientamento il 13 e 14 ottobre 2016, un evento per chiamare a raccolta non solo chi fa ricerca in questo ambito, ma anche quanti si impegnano quotidianamente per innovare i servizi, per sperimentare nuovi modelli in grado di aiutare le persone a trovare la strada migliore per il proprio futuro.

    C'è tempo fino all'8 luglio per proporre interventi, workshop e presentazioni.

  • Guiding Cities: le città che orientano. Il 7 luglio 2016, Conferenza di Barcellona per presentare modelli e strumenti. Guiding Cities: le città che orientano. Il 7 luglio 2016, Conferenza di Barcellona per presentare modelli e strumenti.

    L'orientamento delle nuove generazioni rappresenta una responsabilità di tutta la comunità locale che deve assicurare ad ogni giovane la possibilità di accedere alla più ampia gamma di opportunità educative e professionali: il ruolo degli enti locali e delle nuove città metropolitane è fondamentale per l'orientamento, ma l'idea di una "città che orienta" promuove anche un modello partecipativo dove tutti i potenziali "fornitori di orientamento" possono contribuire a creare un sistema di servizi centrato sui bisogni della persona e costruito "attorno" alla persona, nel lungo e non sempre facile percorso dalla scuola alla vita professionale.

    "Guiding Cities: improving guidance services together" è il titolo della conferenza che si terrà a Barcellona il 7 luglio 2016 con la finalità di condividere il modello e i risultati del progetto europeo Guiding Cities, che ha visto anche l'Italia tra i promotori.

  • OPEN SUMMIT 2016 - L'orientamento si incontra a Camerino dal 13 al 14 ottobre. Call for Papers, entro l'8 luglio. OPEN SUMMIT 2016 - L'orientamento si incontra a Camerino dal 13 al 14 ottobre. Call for Papers, entro l'8 luglio.

    L'orientamento rappresenta un diritto per tutti i cittadini ed una funzione fondamentale e centrale per i sistemi territoriali di istruzione, formazione e lavoro: ma a che punto siamo in Italia? Quali sono i modelli e le pratiche più diffuse? Che ruolo possono svolgere le nuove tecnologie in questo ambito? Che tipo di collaborazioni si possono attivare tra scuole, enti e territorio?

    Per provare a rispondere a queste domande e a dar voce a tutti i protagonisti, il 13 e 14 ottobre 2016 si aprirà a Camerino (Macerata) il primo Open Summit nazionale sull’orientamento.

    L’iniziativa, denominata “WIKI-ORIENTA – Open Summit 2016” e promossa dall'Università di Camerino, prevede seminari, workshop, incontri con esperti nazionali ed internazionali. Si tratta di un'occasione per conoscere e condividere le proprie iniziative e le ricerche condotte nell’ambito dell’orientamento, con particolare riferimento allo sviluppo delle nuove tecnologie e alla sperimentazione di modelli innovativi.

    Le proposte possono essere presentate entro il prossimo 8 luglio 2016

Orientare alle professioni

  • Open Summit Orientamento 2016 a Camerino: c'è tempo fino all'8 luglio per presentare idee, proposte e contributi. Open Summit Orientamento 2016 a Camerino: c'è tempo fino all'8 luglio per presentare idee, proposte e contributi.

    Orientamento: a che punto siamo in Italia?

    I dati purtroppo ci confermano che le nuove generazioni (ma non solo) vivono un momento di grande disorientamento e sbagliare le proprie scelte formative o professionali è un lusso che nessuno può più permettersi. La recente riforma delle politiche per il lavoro considera strategico l'orientamento, ma i servizi saranno per lo più indirizzati a chi il lavoro lo ha perso. La scuola invece dovrebbe orientare attraverso l'organizzazione di percorsi in alternanza: ma con quali strumenti e sulla base di quali modelli?

    Per rispondere a queste domande l'Università di Camerino promuove il primo Open Summit nazionale sull'Orientamento il 13 e 14 ottobre 2016, un evento per chiamare a raccolta non solo chi fa ricerca in questo ambito, ma anche quanti si impegnano quotidianamente per innovare i servizi, per sperimentare nuovi modelli in grado di aiutare le persone a trovare la strada migliore per il proprio futuro.

    C'è tempo fino all'8 luglio per proporre interventi, workshop e presentazioni.

    Leggi tutto...
  • Professioni che cambiano: l’impatto del web e dei social network nel settore Turismo Professioni che cambiano: l’impatto del web e dei social network nel settore Turismo

    L'Italia, con il suo patrimonio storico e artistico e le sue risorse paesaggistiche e ambientali, è senza dubbio il Paese in cui il turismo rappresenta un settore fondamentale per la crescita e lo sviluppo economico, con enormi potenzialità in campo occupazionale.

    La sesta edizione del rapporto ‘Datatur, Trend e statistiche sull’economia del turismo’ (2016) realizzata da Federalberghi e dall’Ente Bilaterale Nazionale del settore Turismo evidenzia segnali di recupero di questo settore nel 2015 che si dovrebbero consolidare nei prossimi due anni. Anche con riferimento al mercato del lavoro, la quota d’imprese che hanno programmato di effettuare assunzioni nel corso del 2015 è risalita, dopo tre anni di costante declino.

    Leggi tutto...
  • Scuola e orientamento: entro fine agosto scade il bonus docenti per la formazione continua Scuola e orientamento: entro fine agosto scade il bonus docenti per la formazione continua

    Gli insegnanti hanno tempo fino al 31 agosto 2016 per l'acquisto di prodotti utili per sostenere la formazione continua e la sperimentazione didattica attraverso l’utilizzo della "Carta del docente". Ma cosa accade se non vengono spesi i 500 Euro già erogati? 

    L’art. 7 comma 2 del DPCM dello scorso 23 settembre prevede che “la somma non rendicontata è recuperata a valere sulle risorse disponibili sulla Carta – la Carta del docente che arriverà l’anno prossimo – e, ove non sufficienti, con l’erogazione riferita all’anno scolastico successivo”. Questo significa che se, ad esempio, il docente spenderà quest’anno solo 300 euro, la somma assegnata durante il prossimo anno scolastico non sarà di 500 euro, ma sarà inferiore per la quota residua non spesa. Per questo motivo è importante individuare prima della scadenza ulteriori acquisti utili per migliorare le proprie competenze e per innovare la didattica e l'orientamento.

    Leggi tutto...

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su S.OR.PRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.