Per visualzzare correttamente il contenuto della pagina occorre avere JavaScript abilitato.

 
Scritto da  Venerdì, 29 Aprile 2016 10:05

Avviata la sperimentazione del sistema duale in Italia In evidenza

La sperimentazione del Sistema Duale, introdotta da uno specifico Accordo approvato lo scorso 24 settembre dalla Conferenza Stato-Regioni, consentirà in un biennio a circa 60 mila giovani di poter conseguire una qualifica e/o un diploma professionale attraverso​ percorsi formativi che prevedono una strutturale alternanza tra formazione e lavoro.  Pur essendoci già moltissime esperienze di formazione e lavoro, questa sperimentazione rappresenta sicuramente un forte incentivo a 'fare sistema' in questo ambito e a definire modelli organizzativi e metodologie di gestione e valutazione condivisi. 

A provare questa 'via italiana' del sistema duale saranno 300 CFP (Centri di Formazione Professionale), selezionati in tutta Italia attraverso un avviso pubblico gestito da Italia Lavoro.

Quali saranno le modalità di attuazione previste?

Il nuovo sistema duale rappresenta sicuramente una grande opportunità di qualificazione per molti giovani che vogliono cimentarsi in un'attività di apprendimento fortemente collegata al mondo del lavoro.

I giovani potranno essere coinvolti in due tipologie di percorsi:

1. un contratto di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale;

2. un percorso in "alternanza rafforzata" di 400 ore annue a partire dal secondo anno del percorso di istruzione e formazione professionale.

Inoltre, i CFP potranno contare anche sulle misure predisposte per coinvolgere le aziende. Le imprese che assumeranno in apprendistato formativo e quelle che ospiteranno studenti in "alternanza rafforzata" beneficeranno di minori costi per l'apprendista e di incentivi per abbattere i costi derivanti dall'impiego di tutor aziendali. La nuova normativa prevede per l'apprendistato formativo un azzeramento della retribuzione per la formazione in aula, una diminuzione della remunerazione degli apprendisti al 10% (della retribuzione) per la formazione svolta in azienda, l'abolizione del contributo previsto a carico dei datori di lavoro in caso di licenziamento dell'apprendista, lo sgravio dal pagamento dei contributi per l'ASPI rivolto alle imprese artigiane, la cancellazione della contribuzione dello 0.30% per la formazione continua e il dimezzamento dell'aliquota di contribuzione del 10%, portata al 5% per le imprese con più di nove dipendenti.

Come scegliere le aziende? Quali saranno i ruoli che i giovani saranno chiamati a ricoprire? Come accompagnare i giovani nell'identificazione delle loro potenzialità anche professionali? A questo scopo, la sperimentazione prevede obbligatoriamente l'erogazione diretta da parte dei Centri di Formazione Professionalegrazie anche all'assistenza tecnica di Italia Lavoro, di servizi di orientamento di primo livello, di orientamento specialistico e di accompagnamento al lavoro finalizzato all’attivazione di contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale. 

L'orientamento alle professioni è sicuramente un elemento centrale di questa offerta che si rivolge sorprattutto a giovani maggiormente interessati all'esplorazione del mondo del lavoro e delle professioni. Si tratta di un canale che in altri Paesi Europei favorisce un precoce inserimento professionale, ma i giovani vanno, al tempo stesso, aiutati ad identificare le opportunità che meglio rispondono alle esigenze e alle motivazioni personali all'interno dei percorsi previsti.

Per rispondere efficacemente a queste esigenze è necessario mettere a disposizione un sistema di informazione sulle professioni aggiornato, in grado di descriverne le caratteristiche, le principali attività e mansioni, le competenze richieste.

Per maggiori informazioni: http://www.sistemaduale.lavoro.gov.it/News/Pagine/default.aspx

Per i CFP ed in generale per il sistema della formazione professionale, questa nuova sfida richiede una rinnovata competenza nell'ambito dell'orientamento e anche una dotazione di strumenti che possano facilitare, per ogni potenziale apprendista, l'individuazione dei percorsi che meglio possono rispondere agli interessi e alle preferenze individuali.

Sul tema dell'orientamento, per tutti i CFP che sono interessati a potenziare i propri strumenti, lunedì 9 maggio 2016, alle 15, è in programma un Web Seminar gratuito sul tema “SORPRENDO: orientare alle professioni con il supporto delle tecnologie digitali”. Si tratta di un seminario accessibile on line durante il quale saranno presentati percorsi di orientamento e risorse per gli enti che vogliono qualificare le proprie attività di orientamento rivolte ai propri studenti.

Per maggiori informazioni e iscrizioni collegarsi alla pagina: www.sorprendo.it/webinar-sorprendo 

 

 

 

 

Letto 908 volte

Social

share on facebook share on linkedin share on youtube share on twitter

Rimani in contatto con noi

Se hai domande o richieste di chiarimento su SORPRENDO, i nostri consulenti sono a tua disposizione, dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.00.

Contattaci

Questo sito utilizza solo cookie tecnici. Tramite il sito sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo il banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa cookie completa.